GESU’ FUOCO D’AMORE
© gdp
Parola Profetica Da pregare e vivere in questa settimana Luca 6,46-49 46 Perché mi chiamate: Signore, Signore, e poi non fate ciò che dico? 47 Chi viene a me e ascolta le mie parole e le mette in pratica, vi mostrerò a chi è simile: 48 è simile a un uomo che, costruendo una casa, ha scavato molto profondo e ha posto le fondamenta sopra la roccia. Venuta la piena, il fiume irruppe contro quella casa, ma non riuscÌ a smuoverla perché era costruita bene. 49 Chi invece ascolta e non mette in pratica, è simile a un uomo che ha costruito una casa sulla terra, senza fondamenta. Il fiume la investÌ e subito crollò; e la rovina di quella casa fu grande›. Matteo 8,25-27 25 Allora, accostatisi a lui, lo svegliarono dicendo: ‹Salvaci, Signore, siamo perduti!›. 26 Ed egli disse loro: ‹Perché avete paura, uomini di poca fede?› Quindi levatosi, sgridò i venti e il mare e si fece una grande bonaccia. 27 I presenti furono presi da stupore e dicevano: ‹Chi è mai costui al quale i venti e il mare obbediscono?›. Lode Alleluia al Signore, il nostro Re il nostro tutto. Oggi il Signore durante la preghiera, secondo me, ci ha fatto due grandi rimproveri: h Ci ha chiamato uomini di poca fede; h Ci ha detto di non dire Signore, Signore e poi non facciamo quello che dice. Alleluia a Te, che sei il nostro Pastore, il nostro Maestro. Si o Signore non possiamo parlare di te, cantare le lodi a te e poi siamo i primi a giudicare, a puntare il dito verso le persone che ci hai messo accanto. Insomma facciamo il contrario di ciò che ci hai insegnato. Vogliamo essere i primi della classe, nessuno può essere il primo, perché tutti camminiamo dietro di te. Alleluia! Non bisogna fare la nostra volontà, noi siamo dei servitori inutili, che lavorano nella vigna del Signore. Quando parla, secondo me, della casa, ci parla della casa interiore, dove il padrone è Cristo Gesù. La casa è la nostra anima, che necessariamente bisogna costruirla sulla parola del Signore. Perché solo in questo modo siamo forti, durante qualsiasi avversità, non verremo mai abbattuti. Invece, se la costruiamo sulla nostra volontà sulle nostre idee e sulla nostra forza , al primo ostacolo crolla, perché manca la forza di Dio In questo modo tutta la nostra vita si costruirà sulla parola di Dio Padre, che è “via, verità e vita”! Purtroppo è molto difficile fare questo passaggio , permettere a Cristo di crescere in noi. Noi lo Proclamiamo con la bocca, ma nel concreto siamo noi che vogliamo comandare Cristo, siamo noi che lo mettiamo da parte perché la nostra fede è debole è fragile, in realtà noi non crediamo veramente che lui possa fare tutto. Noi, viviamo nella paura, perché non siamo capaci di abbandonarci totalmente a Cristo Gesù. Signore insegnaci ad essere totalmente tuoi, affinché la tua volontà diventa la nostra
25Gennaio 2020
Vita del Gruppo
25 Gennaio 2020
PAROLA PROFETICA DA PREGARE E VIVERE IN QUESTA SETTIMANA Pace e bene a tutti! Parola che il Signore ci ha dato durante la preghiera il 25/01/2020. Luca 6,46-49 46 Perché mi chiamate: Signore, Signore, e poi non fate ciò che dico? 47 Chi viene a me e ascolta le mie parole e le mette in pratica, vi mostrerò a chi è simile: 48 è simile a un uomo che, costruendo una casa, ha scavato molto profondo e ha posto le fondamenta sopra la roccia. Venuta la piena, il fiume irruppe contro quella casa, ma non riuscÌ a smuoverla perché era costruita bene. 49 Chi invece ascolta e non mette in pratica, è simile a un uomo che ha costruito una casa sulla terra, senza fondamenta. Il fiume la investÌ e subito crollò; e la rovina di quella casa fu grande›. Matteo 8,25-27 25 Allora, accostatisi a lui, lo svegliarono dicendo: ‹Salvaci, Signore, siamo perduti!›. 26 Ed egli disse loro: ‹Perché avete paura, uomini di poca fede?› Quindi levatosi, sgridò i venti e il mare e si fece una grande bonaccia. 27 I presenti furono presi da stupore e dicevano: ‹Chi è mai costui al quale i venti e il mare obbediscono?›. Lode Alleluia al Signore, il nostro Re il nostro tutto. Oggi il Signore durante la preghiera, secondo me, ci ha fatto due grandi rimproveri: h Ci ha chiamato uomini di poca fede; h Ci ha detto di non dire Signore, Signore e poi non facciamo quello che dice. Alleluia a Te, che sei il nostro Pastore, il nostro Maestro. Si o Signore non possiamo parlare di te, cantare le lodi a te e poi siamo i primi a giudicare, a puntare il dito verso le persone che ci hai messo accanto. Insomma facciamo il contrario di ciò che ci hai insegnato. Vogliamo essere i primi della classe, nessuno può essere il primo, perché tutti camminiamo dietro di te. Alleluia! Non bisogna fare la nostra volontà, noi siamo dei servitori inutili, che lavorano nella vigna del Signore. Quando parla, secondo me, della casa, ci parla della casa interiore, dove il padrone è Cristo Gesù. La casa è la nostra anima, che necessariamente bisogna costruirla sulla parola del Signore. Perché solo in questo modo siamo forti, durante qualsiasi avversità, non verremo mai abbattuti. Invece, se la costruiamo sulla nostra volontà sulle nostre idee e sulla nostra forza , al primo ostacolo crolla, perché manca la forza di Dio In questo modo tutta la nostra vita si costruirà sulla parola di Dio Padre, che è “via, verità e vita”! Purtroppo è molto difficile fare questo passaggio , permettere a Cristo di crescere in noi. Noi lo Proclamiamo con la bocca, ma nel concreto siamo noi che vogliamo comandare Cristo, siamo noi che lo mettiamo da parte perché la nostra fede è debole è fragile, in realtà noi non crediamo veramente che lui possa fare tutto. Noi, viviamo nella paura, perché non siamo capaci di abbandonarci totalmente a Cristo Gesù. Signore insegnaci ad essere totalmente tuoi, affinché la tua volontà diventa la nostra.
RNS Gesù fuoco d'Amore Saronno